Intersezionale Campana d’Autunno

INTERSEZIONALE CAMPANA D’AUTUNNO
DOMENICA 1 Ottobre 2017

Parco Regionale Monti Picentini
Da Colle del Leone (1219 m) al Monte Cervialto (1808 m)

DIRETTORE DI ESCURSIONE:
Giulia AFFINITO 320 7406001 – Alfonso DE CESARE 338 6852647
Giovanni DI GREZIA 338 7973979 – Giovanni ROSATO 333 1502209

DISLIVELLO: 700m      DURATA: 5h soste escluse      LUNGHEZZA: 14 Km      TIPOLOGIA: A/R

Leggi tutto…

La Mefite della Valle d’Ansanto: proposta di candidatura all’Unesco del CAI di Avellino

 Pregevole iniziativa della Sezione di Avellino del Club Alpino Italiano

Sabato 14 maggio 2016, presso il Circolo della Stampa di Avellino, il Club Alpino Italiano – Sezione di Avellino ha presentato la candidatura della Mefite della Valle d’Ansanto nella lista propositiva nazionale per il patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

L’iniziativa, patrocinata da Regione Campania, Provincia di Avellino, Comune di Avellino, Comune di Rocca San Felice, Comunità Montana Alta Irpinia, dai Comuni che insistono sulla valle d’Ansanto e da numerosissime associazioni locali, ha trovato il sostegno del Comitato Direttivo Centrale, Commissione permanente politiche socio-ambientali e del paesaggio del Comitato Centrale, Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano e Comitato Scientifico Nazionale del Club Alpino Italiano. Numerosi gli intervenuti e folta è stata la presenza della stampa e delle televisioni locali, a testimoniare il grande entusiasmo che l’iniziativa ha destato presso la comunità Irpina.

“E’ una grande impresa” ha affermato la presidente del CAI Avellino – Francesca Bellucci – ” ma ne vale la pena, perché la Mefite è un connubio unico di geologia e paesaggio, religione e mito, archeologia, storia e letteratura che la rendono degna di essere riconosciuta dall’Unesco”, mentre la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa d’Amelio, nel partecipare alla presentazione dell’iniziativa, ha sostenuto “La Regione sarà al vostro fianco per sostenere la candidatura del sito. Dite come possiamo accompagnarvi in questo percorso e lo faremo”.

Pregevole è stato l’intervento del Sindaco di Rocca San Felice, Giuseppe Fiorillo, che ha affermato ” Sarà una sfida a lungo termine perché l’iter è complesso”.

Dopo gli interventi introduttivi, i lavori sono proseguiti con la presentazione di una relazione multidisciplinare svolta dal geologo Michele Sisto, entusiasta ideatore dell’iniziativa, che ha descritto in modo sintetico ed efficace gli aspetti geologici, storici e culturali della Mefite, tanto peculiari che conferiscono al sito l’outstanding universal value richiesto dall’Unesco.

Accattivante è stato, poi, l’intervento del Dott. Mario Cesarano della Soprintendenza Archeologica della Campania che si è soffermato sugli aspetti archeologici e religiosi della Mefite.

Ha concluso il presidente del Gruppo Regionale della Campania, Raffaele Luise, che ha confermato il deciso e determinato impegno nel sostenere la lodevole iniziativa del Club Alpino Italiano di Avellino.

Relazione sul seminario “I sentieri storici del Partenio”

Presso la biblioteca “Alfonso Biondi” dell’Istituto per geometri De Sactis-D’Agostino si è tenuto il 27 Aprile, il seminario avente per tema I SENTIERI STORICI DEL PARTENIO, con l’ impeccabile l’organizzazione a cura delle professoresse Maria di Nardo, Brunella Recinto e Maria Trifone.
Questo seminario rientra nell’ambito delle attività del C.A.I. di Avellino, che ha stipulato una CONVENZIONE con l’Ente Parco del Partenio per la tutela e la promozione del suo territorio montano.
In tale ambito, ha preso vita un progetto che vede coinvolto l’Istituto di Istruzione Superiore per geometri De Sactis-D’Agostino, con il quale si intende promuovere e valorizzare la memoria storica degli antichi sentieri dei pellegrini e dei commerci del carbone e della neve esistenti sul massiccio del Partenio.
Ciò al fine di incentivare nei giovani studenti l’approccio al territorio montano anche con strumenti tecnici di rilevazione cartografica ed in prospettiva dell’acquisizione di competenze tecnico scientifiche atte a realizzare future professionalità o attività imprenditoriali nel settore del  turismo eco compatibile. Leggi tutto…

Convegno a Montella sulla biodiversità presso Villa Elena e Celestino De Marco

Sabato 12 dicembre, alle ore 16. Titolo del convegno “Il minimo deflusso vitale per la salvaguardia della biodiversità dell’ecosistema fluviale del fiume Calore”

Manifesto.jpg-1189490419ManifestoAd organizzarlo la sezione di Avellino del Club Alpino Italiano ed il Comune di Montella. Tema affrontato dal convegno sarà la biodiversità del fiume Calore, allo scopo di sensibilizzare la popolazione e gli amministratori competenti sul tema, affinché il loro agire permetta di salvaguardare un bene prezioso, come l’acqua, e l’unicità dell’ecosistema che fa parte dell’area protetta del Parco Regionale dei Monti Picentini. Introdurrà la Presidente della Sezione del Club Alpino Italiano di Avellino Francesca Bellucci, geologa, che illustrerà l’attenzione dell’associazione per la tutela ambientale: impegno e tutela attivi, non solo passiva e semplice conservazione dell’ambiente, allo scopo di promuovere una corretta politica del territorio, proponendo iniziative concrete, con particolare attenzione alle aree protette. Interverrà inoltre il dott. Agostino Esposito, coordinatore progetti aree protette per la Campania del Club Alpino Italiano, che relazionerà sull’importanza della biodiversità. A relazionare più dettagliatamente sul fiume Calore, saranno poi la dott.ssa Vera Corbelli, Segretario generale Autorità di Bacino Liri-Garigliano e Volturno, il Geologo Sabino Aquino ed il dott. Raffaele De Stefano, Presidente dell’Alto Calore. Concluderà il convegno il dott. Domenico Gambacorta, Presidente della Provincia di Avellino. Verrà inoltre proiettato il bellissimo documentario di Eugenio Marano su fauna e flora del Calore.

Info e contatti: www.caiavellino.it

Domenica 17 maggio 2015 insieme al CAI e al TCI lungo l’Alta valle del Sele

cai-tcUna manifestazione dedicata alla bellezza dell’Appennino campano, lungo l’alta valle del Sele, organizzata dal Club Alpino Italiano con il Touring Club Italiano. Appuntamento a DOMENICA 17 MAGGIO 2015; partiremo alle 9,15 dall’Oasi WWF di Senerchia (Av), una meraviglia naturalistica inaspettata;  alle 11,30 visita guidata alla Villa d’Ayala e al Castello di Valva (in restauro); pranzo al sacco e, nel primo pomeriggio, dalle 15,30 visita in anteprima regionale del Ponte tibetano arditamente realizzato sulla gola di un torrente a Laviano (Sa); in prosecuzione (fuori programma), visita al Castello di Laviano a cura dell’Arch. Scirè. A Valva alle 11,30 è previsto il saluto dell’Amministrazione Comunale ai partecipanti e la visita guidata a cura dell’Arch. Villani, Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino; a Senerchia è previsto il saluto della rappresentanza WWF, associazione gestore dell’oasi. Il ponte tibetano sarà illustrato dal progettista e dal costruttore.

Per il programma completo (pdf), clicca qui a lato : CAI TCI Senerchia Valva Laviano 17 maggio 2015

Leggi tutto…

Giornata mondiale dell’acqua

LocandinaIl giorno 22 marzo 2015 è la Giornata mondiale dell’acqua, una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 come un momento per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

In questa occasione la sezione di Avellino del Club Alpino Italiano organizza un’escursione sul Monte Terminio denominata “La via dell’acqua”. E’ un’escursione didattica che, percorrendo le vie dell’acqua superficiali e profonde, ci parla del carsismo, quel fenomeno di dissoluzione chimica che ha interessato gran parte delle nostre montagne modellandole e generando i grandi acquiferi della nostra regione. All’interno di questi acquiferi vengono raccolte le acque di falda che alimentano le principali sorgenti ed acquedotti dell’Italia meridionale. Durante questo percorso verrà messa in risalto l’estrema vulnerabilità all’inquinamento di questi fiumi e falde sotterranee.

Allo stesso tempo l’escursione offre la vista di spettacolari esempi di morfologie carsiche come inghiottitoi, grotte, risorgenze e doline oltre a particolari habitat naturali.

Considerando che tutto ciò avviene all’interno del Parco dei Picentini, è intenzione del CAI di Avellino promuovere una stretta collaborazione con gli enti locali (Parco, Comuni e Comunità montane) al fine di salvaguardare i fragili equilibri di questi ambienti, promuovendo una frequentazione sostenibile del Parco affinché siano i cittadini ad occuparsi della salvaguardia e cura del loro territorio.

In questa giornata vogliamo offrire un esempio di quello che è possibile realizzare lungo i sentieri di un Parco Regionale con l’aiuto della nostra associazione che da 150 anni si occupa della valorizzazione e salvaguardia del territorio montano.

Vi invitiamo pertanto, a partecipare a questa nostra manifestazione, con il Vostro personale e a collaborare per la buona riuscita dell’evento.

Potete contattarci tramite mail caiavellino@libero.it o al n. 3496037317

Appennino Umbro Intersezionale CAI Spoleto Ed Avellino

Una intersezionale che mira alla collaborazione e conoscenza con le sezioni CAI attraverso la riscoperta di insoliti e meravigliosi itinerari. Data: 6-7-8 dicembre.
Il CAI di Avellino incontra il CAI di Spoleto con una affascinante escursione sul percorso di un’antica ferrovia, opera di alta ingegneria ferroviaria in un territorio fiabesco oggetto di numerose pubblicazioni. PROGRAMMA ESCURSIONISTICO. Sabato 6 dicembre. Partenza da Avellino ore 9. Arrivo a Spoleto-Monteluco, escursione al BOSCO SACRO con IL CIPPO LEX SPOLETINA documento epigrafico scritto in latino arcaico su pietra calcarea risalente agli ultimi decenni del III secolo a.C. ed all’EREMO DI SAN FRANCESCO. Qui l’incontro tra l’esperienza Benedettina e quella Francescana ha riempito di spiritualità questa valle. Un territorio che fa innamorare i visitatori, difficilmente chi arriva qui può fare a meno di tornare. In serata sistemazione in albergo. Domenica 7 dicembre. Escursione-traversata sul percorso della ex ferrovia Spoleto-Norcia. km 18,5 durata 6 ore circa, dislivello 300 metri in salita e 300 m in discesa, difficoltà E Lunedì 8 dicembre. Escursione di circa 3 ore tutta in discesa, dagli 800 m Monteluco ai 400 m di Spoleto passando per il sentiero dei Camini, Sasso Forato, S.Giuliano, S.Pietro, Ponte delle Torri. Dopo l’ingresso in città sarà possibile un trekking urbano con una visita guidata a cura del CAI Spoleto per ammirare i maggiori monumenti. Nel pomeriggio partenza per Avellino.
Programma, adesioni ed info: CAI Avellino, nella persona dell’ONG Gilda Ammaturo cell: 3666215069.