Convegno Nazionale O. N. C.

conv
Napoli – 31 Gennaio, 1 e 2 Febbraio 2014
Museo di Etnopreistoria ‘A. Piciocchi’- Castel dell’Ovo

PROGRAMMA
Sabato 1 febbraio ore 9
Mattina: Saluti del presidente CAI Campania e delle autorità
– Relazione introduttiva del Presidente del CSC
– Aspetti geochimici e geofisici delle emissioni naturali di CO2 in Italia con particolare
riferimento alla Campania (G. Chiodini)
– Caratteristiche orografiche dell’Appennino Meridionale (L. Ferranti)
– Tettonica attiva e sismicità in Appennino Meridionale ed in Campania (G. Alessio)
– Preistoria in Campania e il museo di Etnopreistoria del CAI Napoli (V. Di Gironimo)
Pausa pranzo ore 13
Pomeriggio:
– Gli Operatori Naturalistici e Culturali del Comitato Scientifico Centrale del
CAI: legami col territorio, visibilità nel CAI, proposte di lavoro, idee per il futuro. (U.
Scortegagna e componenti CSC)
– Presentazione progetti e lavori svolti e in corso di svolgimento dagli ONCN/ONC
– Tavola Rotonda e dibattito libero
Cena ore 20
Domenica 2 febbraio ore 8:30
– Escursione geoturistica ai Campi Flegrei (con termine nel primo pomeriggio)
– Visita alla città sotterranea: Napoli ‘sottosopra’: (alternativa con termine in mattinata)
Lunedì 3 febbraio
Escursione al Somma-Vesuvio (per coloro che volessero trattenersi un giorno in più)

La Montagna genera la vita

di Anna Maria Martorano Presidente Raggruppamento Regionale CAI Campania

EscursionismoIl bisogno di trascorrere in montagna una giornata diversa è aumentato, infatti anche sui nostri sentieri soprattutto quelli costieri, prima frequentati da pochi escursionisti quasi sempre stranieri, oggi si incontra qualche appassionato in più. La scoperta di luoghi, panorami e percorsi da parte di un maggior numero di persone che sanno apprezzare le bellezze della natura significa che forse i gusti e le esigenze stanno cambiando e secondo noi stanno evolvendo verso una diversa percezione del benessere e del piacere. Gli ambienti naturali offrono un tripudio di colori, di luce, di contrasti, di profumi che genera emozioni, affinando la sensibilità e il coinvolgimento. La nostra Regione per la sua posizione geografica privilegiata dà la possibilità di frequentare la montagna in tutti i mesi dell’anno e di praticare tutte le specialità attinenti ad essa: escursionismo, alpinismo, speleologia, neve e percorsi che attraversano resti di civiltà remote che documentano il nostro passato.

Leggi tutto…