TRAVERSATA DEL PARTENIO – VII EDIZIONE

Da sabato 29 aprile, un percorso che si snoda da Cancello fino ad Ospedaletto d’Alpinolo: 55 chilometri per un dislivello di 3000 m in salita e di 2500 m in discesa.

Il percorso, diventato negli anni un appuntamento tradizionale della sezione di Avellino del CLUB ALPINO ITALIANO, si percorre in completa autonomia sfruttando dei punti notevoli lungo la strada che consentono di suddividerla in tre tappe. Le due soste si effettuano in prossimità dei Ruderi del Convento di San Berardo e della omonima sorgente, ed ai piani di Lauro dove si può usufruire del rifugio che è stato rimesso in funzione ad opera di una associazione di volontari incaricati dal comune di Cervinara.  Anche qui è presente una sorgente denominata di Acquafredda che è la sorgente più alta (circa 1200 m) di tutta la catena del Partenio.

Il cammino si svolge alternando da un lato viste sulla valle Caudina, sul Taburno e sulla piana Beneventana e dall’altro sulla Pianura Campana, il Vesuvio, i Monti Lattari e sui Monti Picentini. Si svolge per gran parte in cresta percorrendo tutte le cime più alte del massiccio: Tuppo, Tuotolo, Ciesco Alto, Croce di Puntone, Porca delle Pere, Ciesco Bianco e i Monti di Avella dove è ubicata la vetta più alta dell’intero massiccio posta a 1598 m. Non meno interessante è la prima parte del percorso che partendo da Cancello tocca il Castello di Matinale, la stazione dell’acquedotto che alimenta anche parte della città di Napoli, la cappella di Palombara e la chiesa di San Angelo che domina San Felice a Cancello.

Direttori di escursione: Alfonso De Cesare (338 685 2647) e Giovanni Di Grezia (338 797 3979)

I commenti sono chiusi