Giornata FAI di primavera: Costa Palomba e l’Antece

Di Anna Lisa Golvelli – Addetto Stampa Regionale CAI Campania

logo_faiDomenica 23 marzo 2014, ad organizzare l’escursione, in collaborazione con la delegazione FAI di Salerno, saranno le sezioni del Club Alpino Italiano di Salerno e Napoli

L’escursione si prospetta davvero suggestiva. L’Antece indicata come toponimo “tomba di Spartaco” e segnalata fin dal 1963 dalla commissione grotte “Eugenio Boegan” di Trieste, si erge a q. 1125 al limite della cima detta Costa Palomba. Per l’insolito tipo di monumento, unico in tutta l’area campana, la sez. CAI di Napoli ha svolto una serie di ricerche guidate da Alfonso Piciocchi. Per la sua eccezionale posizione di controllo e di difesa sugli alti pianori degli Alburni doveva essere il sito ideale per un insediamento di comunità dedite alla pastorizia. L’opera ricavata in rilievo, in grandezza naturale, rappresenta una figura umana ricoperta da corta tunica (chitone), stretta alla vita da una cintura dalla quale pende una spada. Il guerriero con la mano destra impugna una lancia alla cui base è posato uno scudo borchiato. I caratteri grossolani della figura massiccia nel corpo e nelle spalle, la rendono ancora più imponente e con la sua monumentalità è carica di un significato simbologico della sfera magico -religioso – primitivo. Essa rappresenta, oltre alla funzione pratica di un riconoscimento esteriore di una tomba, un punto di riferimento di “sede” dello spirito del defunto o della divinità guerriera in un ambiente di intensa cultura pastorale. L’escursione prevede cinque ore di facile cammino distribuite su un dislivello di m. 450.
Per info:
Anna Maria Martorano (SA) 338.9498941
Claudio Solimene (NA) 348.0536215
www.caisalerno.it

I commenti sono chiusi