Il CAI e il volontariato – Documento CAI Campania per il Congresso

Il Consiglio Direttivo della Campania, ascoltato le riflessioni dei Soci è giunto a questa conclusione: la struttura di base del CAI deve rimanere quella volontaristica di sempre, quella, insomma, del Club dove vivono grandi valori, senza vergognarsi del contenuto “affettivo e romantico” della tessera; in quanto a convenzioni e accordi con Enti Pubblici o Privati, perché il CAI possa portare avanti compiti istituzionali quali il Soccorso Alpino e Speleologico o quelli che  la legge affida al CAI, come il provvedere “al tracciamento, alla realizzazione e alla manutenzione di sentieri, opere alpine e attrezzature alpinistiche”, sono necessari in quanto per compiti così onerosi non è pensabile che i volontari con i loro soli modesti mezzi economici, possano contribuirvi.

Leggi tutto il documento in Pdf

I commenti sono chiusi