Beniamino Caso: storia di un matesino illustre

Venerdì 24 febbraio 2017, ore 19.30, presso la sede della Sezione CAI di Piedimonte Matese sita a San Potito Sannitico in Piazza della Vittoria

Beniamino Caso fu un personaggio illustre, tra i fondatori del Club Alpino Italiano. Fu Vice Presidente del CAI nazionale e Delegato per la Sezione di Napoli al Comitato Centrale. Un uomo partito da un piccolo paesino dell’Appennino meridionale arrivato puntuale sulle vette per gli appuntamenti con la Storia, la Politica e la Scienza che lascia un’immensa eredità politica e morale. La presentazione in programma, a cura della Sezione matesina del Club Alpino Italiano, sarà tenuta dall’Ing. Pierpaolo Tamasi, socio matesino e componente del Comitato Scientifico Regionale CAI Campania. Si parlerà dell’affascinante intreccio tra gli episodi risorgimentali, la storia dell’unità d’Italia, la nascita del CAI, i diari delle ascese, le scoperte scientifiche.

Il CAI celebra a Napoli la Giornata Internazionale dei Musei

In occasione della “Giornata Internazionale dei Musei”, che si celebrerà il 18 maggio 2016, la Sezione di Napoli del Club Alpino Italiano organizza un convegno sul tema «Musei e Paesaggi Culturali» presso il Museo di EtnoPreistoria “Alfonso Piciocchi” sito a Castel dell’Ovo. Due gli interventi previsti.

Vincenzo Di Gironimo peralerà del Cammino dell’Arcangelo, con particolare riferimento al percorso da Benevento a Monte Sant’Angelo.

Matteo Paone, invece, relazionerà in merito alle Grotte adibite al culto, con particolare riferimento alla Piana del Sele ed ai quattro San Michele.

L’appuntamento è quindi mercoledì 18 maggio, alle ore 16.30, a Catel dell’Ovo.

Ulteriori info su: www.cainapoli.it

Convegno su “BENEVENTO ANNO 1266”

Venerdì prossimo, 8 aprile, alle ore 19:00, presso la sede CAI di Benevento, in occasione del settimanale incontro dei soci, si terrà un interessante convegno a cura del Dott. Giacomo De Antonelli su “BENEVENTO ANNO 1266”. Note di storia, geografia e letteratura attorno ad una battaglia campale.

Il dott. Giacomo De Antonellis è stato giornalista professionista RAI. È autore di numerosi libri e scritti sul mezzogiorno d’Italia e in particolare su Benevento ed il Sannio. Tra le varie pubblicazione ne ricordiamo qui solo alcune: Le quattro giornate di Napoli (Bompiani 1976); Il Sud durante il regime; il 1799 a Napoli; Quattordici figli e due tragedie fratelli Cervi e Govoni; Quid est veritas ( riflessioni su stampa e moralità); il Papa beneventano.

Tutti sono invitati a partecipare.

Presentazione progetto «Ecosistemi e biodiversità nelle aree protette campane»

A San Potito Sannitico, in Piazza della Vittoria, venerdì 18 marzo alle 20.00

Dopo l’appuntamento di giovedì 10 marzo presso la sede della sezione CAI di Cava dei Tirreni, il progetto «Ecosistemi e biodiversità nelle aree protette campane», realizzato dal Gruppo Regionale CAI della Campania, sarà presentato anche presso la sede della sezione CAI di Piedimonte Matese.
A realizzarlo, infatti, saranno proprio le due sezioni. Nella sede, situata a San Potito Sannitico, nello stesso edificio che ospita anche la sede dell’Ente Parco del Matese, interverranno la dott.ssa Giusy De Luca, Naturalista, su «Biodiversità, Reti Ecologiche e connettività nelle aree montane dei Monti del Matese e nella Costiera Amalfitana» e il dott. Francesco Parisi, Entomologo del Dipartimento di Agricoltura Ambiente e Scienze Alimentari dell’ Università del Molise su «La protezione delle farfalle diurne: importanti indicatori ecologici per gli ecosistemi naturali».
Tutti sono invitati a partecipare.

Serata a tema “L’Arte e la natura” – Piedimonte Matese – 11 Marzo2016

L’Arte e la natura: lettura del territorio nel pensiero artistico di ‘700 e ‘800. A cura della socia dott.ssa Maria Mastrangelo

Il tema è quello della pittura di paesaggio, un genere di pittura che ha per oggetto la Natura, le vedute ritratte dal vero oppure ricostruite: campagne, scorci di centri storici, monti, pascoli. Per gli artisti del Settecento e dell’Ottocento dipingere la Natura significa riflettere su di essa, sulla sua immensità che può essere solo ammirata e non conquistata; molti di loro dipingono continuamente anche gli stessi paesaggi ma declinati nei diversi colori che tramonto, alba e meriggio possono donargli. Leggi tutto…