I Luoghi di Mercalli

locandina_mercalliSabato 29 novembre alle ore 10:00 presso il Club Alpino Italiano (CAI) a Castel dell’Ovo, Napoli, sarà inaugurata la mostra itinerante “I luoghi di Mercalli”, curata e realizzata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Vesuviano (INGV-OV), nel centenario della morte del grande sismologo e vulcanologo, Giuseppe Mercalli. A illustrare l’attività scientifica dello scienziato, dopo i saluti del Presidente del Raggruppamento Regionale Campania del CAI, Annamaria Martorano, e del Presidente della sezione di Napoli Simone Merola, seguirà l’introduzione del componente del Comitato Scientifico Centrale, Vincenzo Di Gironimo, e le relazioni del direttore dell’Osservatorio Vesuviano, Giuseppe De Natale, e dei ricercatori dello stesso Istituto, Giovanni Ricciardi e Nicola Alessandro Pino. Conclude Giuliana Alessio, tecnologo dell’Osservatorio Vesuviano e componente del Comitato Scientifico Campano del CAI, con la descrizione dell’attività escursionistica dello studioso, grande appassionato di montagne speciali come i vulcani.

Date e orari di apertura della mostra:

sabato 29 novembre 2014: ore 10-18; domenica 30 novembre 2014: ore 10-13; venerdì 5 dicembre 2014: ore 16-18; sabato 6 dicembre 2014: ore 10-18; domenica 7 dicembre 2014: ore 10-13; venerdì 12 dicembre 2014: ore 16-18; sabato 13 dicembre 2014: ore 10-18; domenica 14 dicembre 2014: ore 10-13;

Scarica la locandina dell’evento.

Per informazioni:
Giuliana Alessio cell. 339 6545655, e-mail: giuliana.alessio@ingv.it;
Segreteria CAI: Claudio Solimene, cell. 348 0536215

Sarà possibile visitare la mostra dal 29 novembre al 14 dicembre.

Un successo il Meeting tecnico Medimont 2014 "Il Matese, le Stagioni, il Partenariato"

medimontRealizzato nell’ambito del progetto Medimont Park del Club Alpino Italiano, si è tenuto il 15 ed il 16 Novembre a San Potito Sannitico, nel Parco Regionale del Matese
Sono stati due giorni intensi, di confronti, conoscenza e reciprochi scambi di idee e proposte, quelli che hanno vissuto gli intervenuti al Meeting tecnico Medimont 2014 “Il Matese, le Stagioni, il Partenariato”, svoltosi il 15 ed il 16 novembre presso la sede dell’Ente Parco a San Potito Sannitico nella prima giornata ed in giro per il territorio matesino nella seconda. L’evento, organizzato dalla Sezione CAI di Piedimonte Matese, in collaborazione con il Parco Regionale del Matese ed il GR CAI Campania, è stato realizzato nell’ambito del progetto Medimont Park del Club Alpino Italiano ed è consistito in due giorni sul tema “Il Matese, le Stagioni, il Partenariato”, registrando una massiccia presenza di pubblico, proveniente dalle diverse sezioni CAI del Sud Italia, da organi di rilevanza nazionale del sodalizio provenienti da ogni parte dello “stivale” e da appartenenti alle istituzioni ed alle associazioni dell’Alto Casertano.

Leggi tutto…

Incontro tra le delegazioni CAI – Touring Club Italiano – Slow Food

Martedì 11 novembre 2014 alle ore 17,00 presso la sezione del Club Alpino Italiano (CAI) di Avellino – via Nazionale Torretta n. 4 – 83013 Mercogliano (AV) si è tenuta la programmata riunione tra le delegazioni regionali del Touring Club Italiano (TCI) e del CAI. È intervenuto anche il sig. Lucio Napodano, consigliere nazionale di Slow Food.

Presenti per il TCI: Giovanni Pandolfo (console regionale), Aldo Caggiano (socio attivo SA), Donato Cela (socio attivo AV, presidente Associazione Sinergie), Camillo De Lisio (socio attivo AV), Eduardo Gori (console NA), Pierfrancesco Mastrosimone (vice console SA), Antonio Mingione (console aziendale CE), Ernesto Serra (console NA), Angelo Verderosa (console AV).

Presenti per il CAI: Anna Maria Martorano (presidente regionale), Vito Abate (vice presidente regionale), Francesco Blosi (consigliere del GR CAI Campania ), Francesca Bellucci (presidente della sezione AV).

Presente per Slow Food: Lucio Napodano (consigliere nazionale).

L’incontro, che si è svolto in un clima di grande cordialità ed amicizia, con una vasta e profonda identità di vedute sui vari temi esaminati, ha avuto l’obiettivo di individuare temi, iniziative ed attività da realizzare, per il prossimo 2015, tra le tre Associazioni in considerazione delle comuni finalità che esse perseguono.

Due, in particolare, le tematiche poste al centro degli interventi di tutti i partecipanti: la necessità di realizzare iniziative ed attività per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone interne della Campania (dal Matese, al Sannio, all’Irpinia, alle zone interne del Cilento) e la consapevolezza della opportunità di costruire una “rete organica” in Campania delle Associazioni che perseguono finalità analoghe, anche per avere più forza nei confronti degli interlocutori della Pubblica Amministrazione.

È stata anche ribadita, da parte di tutti i partecipanti, che la riunione è solo un primo passo nella direzione di costruire questa rete e che occorre al più presto coinvolgere in questo progetto tutte le altre Associazioni: FAI, Legambiente, Pro Loco, etc.

Sono stati quindi brevemente esaminati i principali progetti delle Associazioni (Bandiere Arancioni, Aperti per Voi, Tesoro Italia / Patrimonio negato per il Touring, Terre Alte, La via delle Acque, la legge sulla sentieristica per il CAI, etc.).

Si è anche ipotizzato di realizzare un convegno comune (nella metà del 2015) da tenersi in una località dell’Irpinia, sul tema dello sviluppo e della valorizzazione delle zone interne e sugli argomenti correlati a questo tema.

Infine è stato deciso di costituire un coordinamento tra le tre Associazioni con l’obiettivo di redigere una bozza di documento / progetto che preveda una dichiarazione di intenti di carattere generale (sulla quale si possano riconoscere le tre Associazioni presenti e tutte le altre da coinvolgere) e con la proposta di un programma di iniziative ed attività comuni per l’anno 2015.

Per il Touring, a far parte di questo coordinamento, sono stati individuati i colleghi Angelo Verderosa e Pierfrancesco Mastrosimone.

Per il CAI il CDR ha nominato come referente Vito Abate

Si è convenuto che questa bozza di documento / progetto dovrà essere approntato nel giro di circa un mese per essere poi sottoposto agli organismi dirigenti regionali delle tre Associazioni.

Lutto per il CAI Campania

Il CDR campano partecipa con dolore alla dipartita di Renato De Miranda, socio della sezione di Napoli, presidente della stessa negli anni ’70 e presidente dell’allora Delegazione Regionale tra gli anni ’80 – ’90.  Con signorilità e professionalità ha animato il CAI campano per molti anni dando contributi significativi al dibattito in seno al Sodalizio con lucidità e lungimiranza, incoraggiando le iniziative e seguendole con attenzione e solidarietà.

La Presidente
Anna Maria Martorano

I funerali si terranno giovedì 15 maggio alle ore 11 presso la chiesa di S. Maria di Bellavista a Posillipo, in via Posillipo 111.

Progetto fa.re.na.it e tutela delle biodiversità

di Anna Lisa Golvelli – Addetto Stampa Regionale CAI Campania.

farenatMercoledì 26 febbraio 2014, presso la biblioteca comunale di Giugliano, si terrà alle ore 16.30 un convegno volto a rivalutare i terreni agricoli della rete natura 2000.
Ad organizzarlo, con il patrocinio della Provincia di Napoli e della Regione Campania, è A.T.C. Napoli. Questa iniziativa è contro il “sistema” della camorra. All’incontro, quale delegato del CAI, presenzierà anche il neo coordinatore del Club Alpino Italiano dei Progetti nei Parchi in e fuori Campania Agostino Esposito con l’intervento su «le reti ecologiche in Campania: suggerimenti e prospettive». Altri argomenti oggetto dell’interessante incontro saranno inoltre il progetto fa.re.na.it e le azioni rivolte al mondo rurale, gli interventi faunistici per la salvaguardia delle specie a rischio e per le specie di interesse venatorio, la politica agricola comunitaria, i programmi di sviluppo rurale e la rete natura 2000, le opportunità per gli agricoltori nella programmazione 2014-2020. Le conclusioni dei lavori saranno affidati all’Assessore Regionale alle politiche agricole-forestali e venatorie on.le Daniela Nugnes.

Locandina in Pdf

Presentato il Programma Regionale 2014

Di Anna Lisa Golvelli

La cerimonia di presentazione si è tenuta sabato 25 gennaio, alle ore 10.30, nella splendida cornice del Palazzo Reale di Quisisana a Castellammare di Stabia.
Una sala gremita di amanti della montagna ha partecipato all’appuntamento organizzato dalla Commissione Regionale di Escursionismo del CAI della Campania. Oltre al Sindaco di Castellammare di Stabia, che ha portato il suo saluto di benvenuto, sono intervenuti il Presidente del Raggruppamento Regionale del CAI Anna Maria Martorano, i Responsabili delle varie Commissioni Regionali ed i Presidenti delle otto sezioni CAI della Campania, ovvero quelle di Avellino, Benevento, Caserta, Castellammare di Stabia, Cava dè’ Tirreni, Napoli, Piedimonte Matese e Salerno e delle sottosezioni di Nusco e Ischia e Procida.
«il 2014», ha spiegato il Presidente della Commissione Regionale di Escursionismo Attilio Piegari, «è l’anno dedicato alle donne del CAI». Ricorre infatti il 150° anniversario della prima ascensione femminile al Monviso ad opera di Alessandra Boarelli e Cecilia Fillia. A loro è dedicato anche il bollino associativo del 2014. Anna Maria Martorano ha invece ricordato che «la Campania, geograficamente privilegiata, da la possibilità di frequentare la montagna in tutti i mesi dell’anno e di praticare tutte le specialità attinenti ad essa: percorsi che attraversano resti di civiltà remote e che documentano il nostro passato». Si ricorda che, oltre alla “regina” delle discipline, l’escursionismo, in Campania il CAI realizza anche attività di alpinismo ed arrampicata, cicloescursionismo, alpinismo giovanile, escursionismo sulla neve oltre che le numerose attività culturali.

Convegno Nazionale O. N. C.

conv
Napoli – 31 Gennaio, 1 e 2 Febbraio 2014
Museo di Etnopreistoria ‘A. Piciocchi’- Castel dell’Ovo

PROGRAMMA
Sabato 1 febbraio ore 9
Mattina: Saluti del presidente CAI Campania e delle autorità
– Relazione introduttiva del Presidente del CSC
– Aspetti geochimici e geofisici delle emissioni naturali di CO2 in Italia con particolare
riferimento alla Campania (G. Chiodini)
– Caratteristiche orografiche dell’Appennino Meridionale (L. Ferranti)
– Tettonica attiva e sismicità in Appennino Meridionale ed in Campania (G. Alessio)
– Preistoria in Campania e il museo di Etnopreistoria del CAI Napoli (V. Di Gironimo)
Pausa pranzo ore 13
Pomeriggio:
– Gli Operatori Naturalistici e Culturali del Comitato Scientifico Centrale del
CAI: legami col territorio, visibilità nel CAI, proposte di lavoro, idee per il futuro. (U.
Scortegagna e componenti CSC)
– Presentazione progetti e lavori svolti e in corso di svolgimento dagli ONCN/ONC
– Tavola Rotonda e dibattito libero
Cena ore 20
Domenica 2 febbraio ore 8:30
– Escursione geoturistica ai Campi Flegrei (con termine nel primo pomeriggio)
– Visita alla città sotterranea: Napoli ‘sottosopra’: (alternativa con termine in mattinata)
Lunedì 3 febbraio
Escursione al Somma-Vesuvio (per coloro che volessero trattenersi un giorno in più)

La Montagna genera la vita

di Anna Maria Martorano Presidente Raggruppamento Regionale CAI Campania

EscursionismoIl bisogno di trascorrere in montagna una giornata diversa è aumentato, infatti anche sui nostri sentieri soprattutto quelli costieri, prima frequentati da pochi escursionisti quasi sempre stranieri, oggi si incontra qualche appassionato in più. La scoperta di luoghi, panorami e percorsi da parte di un maggior numero di persone che sanno apprezzare le bellezze della natura significa che forse i gusti e le esigenze stanno cambiando e secondo noi stanno evolvendo verso una diversa percezione del benessere e del piacere. Gli ambienti naturali offrono un tripudio di colori, di luce, di contrasti, di profumi che genera emozioni, affinando la sensibilità e il coinvolgimento. La nostra Regione per la sua posizione geografica privilegiata dà la possibilità di frequentare la montagna in tutti i mesi dell’anno e di praticare tutte le specialità attinenti ad essa: escursionismo, alpinismo, speleologia, neve e percorsi che attraversano resti di civiltà remote che documentano il nostro passato.

Leggi tutto…